Guida delle Faroe

Isole Faroe © Vincent van Zeijst

Isole Faroe © Vincent van Zeijst

Dipinto della natura, che muta col mutare del tempo imprevedibile, le isole Faroe sono meraviglia emersa nel nord dell’oceano Atlantico. Arcipelago di 18 atolli tra Scozia, Norvegia e Islanda, queste terre regalano scenari unici: pittoreschi villaggi di pescatori, innumerevoli specie di uccelli e greggi di pecore.

Come arrivare alle Faroe

Nonostante la loro apparente distanza dal continente europeo, le isole Faroe sono facilmente raggiungibili in aereo. Tutto l’anno, ci sono voli diretti dalla Danimarca, dall’Inghilterra, dall’Islanda e dalla Norvegia. Da Copenaghen la compagnia Atlantic Airways effettua voli quotidiani. Da Billund, invece, ci sono da due a cinque collegamenti settimanali, in base alla stagione.

Vagar, l’aeroporto delle isole Faroe, si trova a 56 chilometri dalla capitale Thorshavn, situata sull’isola di Streymoy. È possibile raggiungere la città grazie ai pullman che effettuano il servizio ogni ora. Il biglietto costa cento corone faroesi (circa 13,50 Euro) e comprende la traversata in traghetto per l’isola di Streymoy.

Le isole Faroe possono essere raggiunte anche via mare grazie al traghetto Norröna. Solamente in alta stagione, dal 13 giugno al 28 agosto, ci sono due partenze settimanali, la domenica mattina e il martedì mattina, dalla Danimarca all’arcipelago. In bassa e media stagione, dal 2 gennaio all’11 giugno e dal 29 agosto al 19 dicembre, la partenza dallo stato danese viene effettuata solo il sabato. In media, il viaggio dura circa 36 ore.

Come muoversi alle Faroe

Le isole Faroe sono dotate di una invidiabile rete di collegamenti interni grazie a strade, ponti e tunnel sott’acqua: uno di loro è stato immortalato in un dipinto dall’artista faroese Tróndur Patursson.

In macchina alle Faroe

L’automobile è il mezzo più usato anche grazie alla presenza di diverse agenzie di noleggio per i viaggiatori. L’ufficio pubblico stradale ha persino realizzato un video per spiegare ai turisti su come guidare correttamente sull’arcipelago.

In autobus alle Faroe

Un altro modo sicuro per scoprire le isole Faroe è il bus della compagnia Strandfaraskip Landsins che fornisce collegamenti tra le città, i villaggi e le diverse isolette anche con traghetti. È possibile acquistare una Travel Card per quattro o sette giorni che è valida su bus e traghetti (escluso Mykines). I bambini fino a sette anni viaggiano gratis mentre i giovani, gli studenti e gli anziani possono usufruire di tariffe ridotte.
 
Anche la città di Tórshavn ha un servizio locale gratuito di bus rossi: i mezzi coprono tutta l’area della capitale, comprese le località di Argir, Hoyvík e Kollafjørð.
Le tabelle degli orari sono disponibili presso gli Uffici del Turismo locali.

Cosa fare alle Faroe

Le isole Faroe offrono moltissime opportunità di vivere la loro natura incontaminata attraverso molteplice attività che vanno dal bird watching, alle escursioni su antichi sentieri per scoprire i sentieri che legano i piccoli villaggi alle montagne sull’oceano Atlantico.

Dove mangiare alle Faroe

La maggior parte della cucina faroese è a base di carne: sia di agnello sia di pesce. Il cibo cucinato nell’arcipelago deve la sua tradizione alimentare al clima rigido. Per questo non è così facile trovare un piatto faroese nel menu di un ristorante, anche se è possibile in alcuni alberghi locali.

Ecco un elenco dei cibi prinicplai delle Faroe:
Uccelli marini selvatici: pulcinella di mare sono farciti con torta e servito con patate e frutti di bosco
Skerpikjøt: montone secco che è stato appeso per più di un anno ed è mangiato crudo
Kjot Ræst: carne che è stata appeso per un paio di mesi per maturare prima della cottura
Ræstur: pesce secco che è stato appeso allo stesso modo come ræstkjøt.
Turrur: pesce essiccato
Grind og Spik: carne di balena e grasso
Rabarbaro: poiché è facile da coltivare

Dove alloggiare alle Faroe

Le isole Faroe offrono un’ampia gamma di alloggi. Qui è davvero possibile vivere l’infinita bellezza della natura senza dover per forza fare a meno delle comodità. Soprattutto nella capitale Tórshavn, dove si trovano hotel di ogni tipo e prezzo. Le isolette più piccole offrono sistemazione caratteristiche, tipiche del luogo, come le case famiglia e fattorie in affitto. Naturalmente ci sono anche alcuni ostelli della gioventù. Le isole Faroe non hanno aree di sosta pubbliche, per cui è possibile stare solamente campeggi ufficiali.

Clima delle Faroe

Il clima delle isole Faroe è mite grazie alla corrente del Golfo. In inverno, le temperature sono intorno ai 3°C, mentre nei mesi più caldi dell’estate la temperatura media è di 13. In primavera e in autunno, ci sono circa 8 °C. Le condizioni atmosferiche delle isole Faroe sono comunque imprevedibili: rovesci e schiarite si alternano spesso durante la stessa giornata. Per questo è altamente consigliato vestirsi a strati, il famoso abbigliamento a cipolla. Il periodo migliore per visitare le isole Faroe, quando le giornate sono lunghe e si hanno anche 19 ore di luce, va da giugno a settembre.

Valuta delle Faroe

La valuta delle isole Faroe è la corona faroese. Il cambio è lo stesso della corona danese che è accettata dappertutto. Anche l’Euro viene usato per i pagamenti ma solamente nelle città. Per questo è meglio avere moneta locale che può essere cambiata o prelevata in banca. Gli istituti di credito più importanti sono aperti nei giorni feriali dalle 9.30 alle 16.

Le lingue delle Faroe

La lingua ufficiale delle isole Faroe è il faroese. Ciononostante a maggior parte degli abitanti dell’arcipelago parlare sia danese, sia inglese.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Guida delle Faroe"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...